1. This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Learn More.

Singhiozzo

Discussion in 'Food & Health' started by Morpheu5, Jul 9, 2012.

  1. Morpheu5

    Morpheu5 Petty Officer Third Class

    Parliamone.

    Io, per esempio, soffro di questo singhiozzo che quando mi prende è capace di starsene lì anche per 24-48 ore. A volte si calma buttando giù il succo di un limone, altre volte no.

    In alcuni casi è perché sono stanco, allora dormo e passa, ma altre volte mi capita di ingoiare una cosa qualsiasi, anche poco, e comincia e non c'è scampo.

    Ho provato anche con dosi di antispastici da cavallo, ma non serve a niente. Tutti gli altri metodi (bere a rovescio, trattere il respiro, regolare la respirazione, spaventarsi tantissimo e via così) ho già sperimentato che non servono a niente.
  2. Matsor Browncoat

    Matsor Browncoat Chunky Admiral of the Fleet Staff Member

    Se ti viene quando mangi un boccone di qualcosa, l'unica soluzione è mangiarci su.
    Con le lasagne il trucco viene anche meglio.
  3. Eleean

    Eleean Orribile Mod Alieno Staff Member

    ^lol

    Uhm. Io mi sono sempre considerata un profondo conoscitore del Singhiozzo.
    Generalmente giunge quando:
    - vi sono cambiamenti di temperatura repentini (da caldo a freddo);
    - si mangia troppo; (praticamente la stessa cosa: l'aumento di temperatura derivante dalla digestione non è in armonia con la "sensazione adattata" alla temperatura esterna) <= nozioni di biologia fai da te campate per aria
    - quando bevo cocacola (credo sia dovuto al fatto che non so ruttare).

    Come liberarsene:
    - bere molta acqua e raggiungere uno stato di semi trascendenza dove ci si sente al sicuro;
    - mettersi sotto le coperte raggiungendo uno stato di calda semi-trascendenza e ci si sente al sicuro;
    - chiudersi in se stessi e dosare il proprio respiro;
    - essere spaventati di soppiatto; (credo che il corpo dia priorità alla causa di spavento) <= altra spiegazione simile a quella di prima
    - fare attività fisica che coinvolga l'addome, schiena, spalle e braccia, anche se è un processo un po' doloroso, in quanto il sobbalzo del singhiozzo sulle prime interferisce.
    E sì, ho sperimentato tutti e funzionano tutti. Soprattutto, dato che sono stati da me ideati -- a parte il subire spavento, che ha funzionato comunque poche volte in quanto è difficile si venga spaventati giusto quando si attende lo spavento -- e sorprendentemente combaciano con quelli comuni, mi sento di dire che la scienza ha vinto, e sono fiera di me come lo sarebbe Freud.
  4. manfroze

    manfroze The Fisherman of Reality Staff Member

    "Ed è per questo che sono grasso" (cit.)
  5. Morpheu5

    Morpheu5 Petty Officer Third Class

    [quote="Eleean, post: 1532"]Generalmente giunge quando:
    - vi sono cambiamenti di temperatura repentini (da caldo a freddo);
    - si mangia troppo; (praticamente la stessa cosa: l'aumento di temperatura derivante dalla digestione non è in armonia con la "sensazione adattata" alla temperatura esterna) <= nozioni di biologia fai da te campate per aria
    - quando bevo cocacola (credo sia dovuto al fatto che non so ruttare).
    [/QUOTE]La cosa del mangiare troppo è vera: lo stomaco preme sul diaframma e lui si risente. La cosa della coca cola anche, ma dipende più da un fatto di acidità alla bocca dello stomaco che la fa schiumare d'improvviso: la reazione dello stomaco sarebbe di respingere, quindi la bocca gli si chiude, la coca cola sta lì a schiumare e il diaframma si risente.

    Insomma, il diaframma è una fottuta checca isterica.

    A me il rimedio del limone me l'ha suggerito mio nonno che aveva lo stesso problema di singhiozzo. All'inizio ne prendevo poco, ma poi ho scoperto che l'unico modo era andare all in, e quindi ho iniziato a comprare i limoni più grossi che trovavo e a spremerli con lo spremiagrumi. A volte, specialmente d'inverno, poi scaldo un po' il succo e ci metto una puntina di zucchero, ma l'esatto bilancio tra la temperatura e lo zucchero in modo che faccia smettere il singhiozzo e al contempo non ari la gola è una complessa alchimia che non ho ancora padroneggiato.
  6. Chiarella

    Chiarella Enlisted Sailor

    Io avevo continui attacchi di singhiozzo quando in ospedale ero costretta a stare senza mangiare e bere per giorni. Come mai? D:
  7. Morpheu5

    Morpheu5 Petty Officer Third Class

    Perché lo stomaco si risentiva e, dato che è amico del diaframma, si risentiva anche lui. L'ho già detto che il diaframma è una checca isterica, tipo coso là, quello di piume di struzzo. Non Robin Williams, quell'altro.
  8. wago

    wago Enlisted Sailor

    [QUOTE]
    Ho provato anche con dosi di antispastici da cavallo, ma non serve a niente. Tutti gli altri metodi (bere a rovescio, trattere il respiro, regolare la respirazione, spaventarsi tantissimo e via così) ho già sperimentato che non servono a niente.[/QUOTE]E' un'immagine bellissima. Grazie, con la tua sofferenza mi hai già allietato la mattinata.
  9. Morpheu5

    Morpheu5 Petty Officer Third Class

    [quote="wago, post: 1556"]E' un'immagine bellissima. Grazie, con la tua sofferenza mi hai già allietato la mattinata.[/QUOTE]Prego, non c'è di che. D'altronde anche tu, col tuo lavoro, mi ricordi che c'è sempre qualcuno più in basso nella catena alimentare.

    :)

Share This Page