1. This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Learn More.

Teletrasporto

Discussion in 'Sciences & Technology' started by manfroze, Jul 22, 2012.

  1. manfroze

    manfroze The Fisherman of Reality Staff Member

    È da un po' di tempo che penso spesso a tutto quello che si potrebbe fare col teletrasporto, a parte le cose più ovvie tipo trasportare persone e merci.
    Farò alcuni esempi, ma prima premetto che in tutti questi casi immagino il teletrasporto con i portali, e non "smaterializzo-rimaterializzo".

    1) Fogna Universale. Un portale nel cesso e tutti gli scarti vanno in un unico grande, enorme contenitore isolatissimo. Se i portali fossero miniaturizzati potrebbero persino essere installati direttamente nel culo.

    2) Somministrazione di farmaci. Sistema simile, dei portali molto piccoli installati nelle vene, sotto pelle, etc. Questo se te lo hackano però è un problemino. In ogni caso lo immagino collegato a una megacentrale automatizzata, e accoppiato a sistemi di automonitoraggio e autosomministrazione eccetera.

    3) Il mondo potrebbe essere diviso in continente residenziale, continente industriale, eccetera.

    4) Gli operatori di cose pericolose (centrali nucleari, disinnesco bombe, boh?) potrebbero lavorare infilando solo le braccia in un portale così quando se la vedono brutta gli basta ritirare le braccia dentro e sono a casetta. Ovviamente basta avere un portale dietro, ma con le braccia faceva più ridere.

    Sono sicuro che ne avevo pensate altre. Ci penserò. A voi vengono in mente altre di queste bizzarrie o sono solo io?
  2. Helios

    Helios Enlisted Sailor

    -Sarebbe estremamente più facile lanciare missioni spaziali: facendo infatti un portale su una stazione spaziale orbitante la Terra scomparirebbe il problema di portare in orbita oggetti/sonde/navette, che consuma tipo il 99% del carburante ed è dunque il costo principale. Non solo, per darsi la spinta iniziale dalla posizione in orbita, si potrebbe creare un grosso portale sulla superfice terrestre e lasciar cadere la navetta in caduta libera verso di esso, facendola uscire di nuovo dalla stazione in orbita con tutta la quantità di moto che ha guadagnato nella caduta. E magari in seguito si potrebbe ripetere la stessa cosa mandandola verso un portale in una stazione spaziale orbitante il Sole da vicino, guadagnando molta più velocità. Contando che la sonda Helios 2 è arrivata a 253000 km/h cadendo verso il Sole (record di velocità per un oggetto costruito dall'uomo), pur rimanendo in orbita stabile, direi che andando in linea retta si può arrivare ad almeno dieci volte tanto.

    -Diventerebbe facilissimo spostare bacini idrici, e si potrebbe anche spostare dei fiumi in zone che soffrono siccità. Anche qui poi, sfruttando la gravità si potrebbe creare una centrale idroelettrica 100% efficente, facendo cadere l'acqua in verticale attraverso un tubo pieno di dinamo, con in fondo un portale che la riporta in cima. Sì, questo violerebbe la conservazione dell'energia.

    -Se è possibile creare portali dinamici (su superfici in movimento), si potrebbe mettere in moto oggetti senza spendere alcuna energia (quindi violandone anche qui la conservazione). Infatti gli oggetti oggetti che vengono presi dal portale in movimento, uscirebbero dall'altra parte con energia cinetica 1/2 m v^2 con v velocità a cui si muoveva il portale. La massa dell'oggetto spostato è del tutto irrilevante, per cui spostando oggetti molto più pesanti del portale si creerebbe effettivamente energia dal nulla.

    Però per quanto piaccia anche a me fantasticare, il problema con tutto questo è che il teletrasporto alla Portal non è realistico, neanche immaginando tecnologie avanzatissime e possibili sviluppi futuri della fisica xD
    Fenomeni di quel tipo potrebbero avvenire raggiungendo energie del livello della cosidetta energia di Planck (tanti tanti ordini di grandezza sopra LHC, e andrebbe fatto su scala macroscopica, non microscopica come LHC!) ma fatico a pensare modi per stabilizzare, direzionare e controllare quei portali; poi boh, si vedrà, o meglio, vedranno i nostri eventuali discendenti tra qualche milione di anni, ma penso sia più "a portata di mano" un teletrasporto alla Half-Life 2.

Share This Page