1. This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Learn More.

Trauma

Discussion in 'Games' started by Mauro Bruno, Jun 25, 2012.

  1. Mauro Bruno

    Mauro Bruno Sun Staff Member

    "Trauma" ti immerge nelle rappresentazioni di una donna che ha subìto un trauma fisico e si trova ospitalizzata ed incosciente a ricostruire le proprie memorie dell'accaduto. Il gioco si svolge in quattro dreamscapes ove il giocatore può interagire con diversi elementi dell'ambiente; il raggiungimento di una certa comprensione dello scenario conduce al dreamscape successivo.

    [​IMG]

    Nonostante l'ottima idea di partenza, che mi ha indotto a suo tempo ad acquistarlo senza esitazioni, "Trauma" sembra più una sequenza di fotografie commentate da uno studente del primo anno di psicologia vagamente depresso che una buona opera d'arte videoludica. Intendo con questo che eccezion fatta per il primo dreamscape il gameplay è scarsamente integrato nella narrazione (a differenza di ciò che avveniva in The Path, dove il camminare incessante e delicato soffermarsi rafforzavano il valore artistico dell'opera, qui il guardarsi attorno sembra più una necessità di gioco che un perdersi nei recessi dell'inconscio), il gioco è troppo breve e troppo banale per restituire un senso di labirinticità e troppo sequenziale per restituire un genuino senso di straniamento. Un senso di sequenzialità si trova anche nel forte protagonismo della voce narrante, incessante fonte di commenti degni di un adolescente hipster, giudicante e troppo, troppo cosciente: va bene il recupero dell'inconscio mediante l'ordinamento linguistico dei contenuti (anche se vaffanculo, se volevate prendere roba dalla psicologia cognitiva potevate farlo in modo meno manicheo), ma se non si ha il tempo di apprezzare questa coscienza come qualcosa di emergente dall'inconscio o comunque (se vogliamo proprio vedere la mente in bianco e nero) guardare l'inconscio nella sua complessità, contraddittorietà, assurdità, l'effetto è quello di una allegra gita nei ricordi di una ragazza scazzata. Terribilmente sminuente, dai presupposti si poteva avere un gioiello come "The Path" o (passando ad un gioco molto profondo in senso psicologico e avente temi affini, sebbene di genere differente) "Binding of Isaac".


    Edit: dimenticavo. Scenari e musiche sono piuttosto suggestivi, quando la rompicoglioni sta zitta il gioco è abbastanza godibile.
  2. manfroze

    manfroze The Fisherman of Reality Staff Member

    Appena ho visto il thread ho pensato: "ma non gli era piaciuto!". E appunto.
    Io farei anche un thread generico su tutti questi giochi indieintrospettivi, che sono sicuro che molti ne hanno da consigliare.

    No, non lo faccio io il thread, mi secca.
  3. Mauro Bruno

    Mauro Bruno Sun Staff Member

    Nah, ci so' giochi indientrospettivi che vanno in thread a parte, tipo Binding of Isaac, che vorrei diventasse il gioco dell'estate sul forum (manfredi fa Larry Jr o Peep)
  4. manfroze

    manfroze The Fisherman of Reality Staff Member

    "Il gioco dell'estate". Ma chi vieta che ci sia un general e poi un threaddone per proporne nuovi, discutere del filone, etc? Fra l'altro sto per citare questa cosa in un post su "Cinema e TV"! E ora siamo OT! \o/
  5. Mauro Bruno

    Mauro Bruno Sun Staff Member

    Discutere del filone ok, ma non eri tu lo stronzo contro i generals?

    Comunque back to Trauma qui.

    Manfredi, tu che l'hai visto, che ne pensi.
  6. manfroze

    manfroze The Fisherman of Reality Staff Member

    (Paradossalmente per me questo è un general e quello non lo è. Per general intendo thread a singolo tema dove il tema è un singolo libro o fumetto o gioco etc. "i giochi indieintrospettivi" è un tema pregno e... vabbè, basta OT)

    Di Trauma penso che boh. Era bruttino e non mi piaceva affatto la grafica "a frames" - non mi è mai piaciuta nemmeno in Myst, per dire.
  7. Mauro Bruno

    Mauro Bruno Sun Staff Member

    sei un cincillà


    [QUOTE]non mi è mai piaciuta nemmeno in Myst, per dire.[/QUOTE]In Myst però era pienamente sensata e faceva bella atmosfera, ammetterai. (Oddio, sensata lo è anche qui, il problema è proprio che tutto il senso è a carico di questo cacchio di espediente).
  8. manfroze

    manfroze The Fisherman of Reality Staff Member

    [quote="Mauro Bruno, post: 895"]In Myst però era pienamente sensata e faceva bella atmosfera, ammetterai. (Oddio, sensata lo è anche qui, il problema è proprio che tutto il senso è a carico di questo cacchio di espediente).[/QUOTE]Ammetto di non averlo mai giocato abbastanza. Sì, come atmosfere funzionava ma il sistema mi bloccava proprio a livello di gameplay. Mi irritava, non so.
    Trauma invece era tutto noioso e soprattutto non manteneva le promesse (già dal bel titolo).

    Finora in questo thread ho parlato solo di giochi a cui ho giocato per massimo mezz'ora

Share This Page